Perché insegnare l’Olocausto

È importante prendere in considerazione i vari metodi possibili per far sì che la trattazione dell’Olocausto sia significativa e rilevante per gli studenti in qualsiasi contesto nazionale. Questa sezione ha lo scopo di aiutare i rappresentanti politici, le dirigenze scolastiche, gli educatori e tutti coloro che lavorano attivamente nel mondo dell’educazione a formulare dei fondamenti per l’insegnamento e l’apprendimento dell’Olocausto, condividendo un insieme di obiettivi. Tutto ciò è di particolare importanza per i membri dell’IHRA che hanno preso l’impegno di contribuire all’insegnamento e all’apprendimento dell’Olocausto nei propri Paesi.

Scarica qui il file completo “Raccomandazioni IHRA per l’Insegnamento e l’Apprendimento dell’Olocausto”

L’insegnamento e l’apprendimento dell’Olocausto forniscono l’opportunità essenziale di stimolare il pensiero critico, la consapevolezza sociale e la crescita personale. L’Olocausto, evento spartiacque nella storia mondiale, superò i confini geografici, colpì tutti i segmenti della società e si verificò nel contesto della Seconda guerra mondiale.

Per saperne di più su “Raccomandazioni per l’Insegnamento e l’Apprendimento dell’Olocausto”

Decenni dopo, la società continua a fare i conti con la memoria e le fonti storiche dell’Olocausto, nel contesto delle sfide del mondo contemporaneo. Queste includono persistenti episodi di antisemitismo e xenofobia, genocidi in tutto il mondo, l’attuale crisi dei rifugiati e le minacce alle norme e ai valori della Democrazia; ciò è particolarmente significativo nel quadro della crescita di governi autoritari e nelle forze estremiste e populiste nelle democrazie (liberali).

Per altri approfondimenti sulle Raccomandazioni cliccare qui  

Argomenti chiave per lìnsegnamento dell'Olocausto

A woman looks at a presentation, black and white
Photograph by Luis Paredes.
  • L’Olocausto è stato un tentativo, senza precedenti, di sterminio dell’intero popolo ebraico europeo e di estinzione della loro cultura; esso ha cambiato radicalmente i fondamenti dei valori umani..
  • Gli studi sull’Olocausto sottolineano che il genocidio è un processo che può essere combattuto e (forse) fermato e non un evento spontaneo ed inevitabile. L’Olocausto ha evidenziato come una nazione possa utilizzare le sue strutture burocratiche, i suoi processi e le sue competenze tecniche e allo stesso tempo arruolare segmenti della società per mettere in atto, nel corso del tempo, politiche che vanno da forme di esclusione e discriminazione fino al genocidio.
  • L’analisi della storia dell’Olocausto illustra il ruolo di fattori storici, sociali, religiosi, politici ed economici nell’erosione e disintegrazione dei valori democratici e dei diritti umani. Questo studio può aiutare gli studenti a sviluppare la comprensione dei meccanismi e dei processi che portano al genocidio invitando a sua volta a riflettere sull’importanza dello stato di diritto e delle istituzioni democratiche. Ciò permette agli studenti di identificare le circostanze che possono minacciare o erodere queste strutture e riflettere sul proprio ruolo e sulla propria responsabilità nella salvaguardia di questi principi, così da impedire violazioni dei diritti umani, che possono sfociare in atrocità di massa.
  • L’insegnamento e l’apprendimento dell’Olocausto rappresentano un’opportunità per analizzare le decisioni e le azioni che vengono intraprese o meno dalle popolazioni in tempi di crisi. Ciò deve essere un promemoria del fatto che le decisioni hanno delle conseguenze, a prescindere dalla complessità delle situazioni in cui vengono prese. L’Olocausto coinvolse un insieme di individui, istituzioni, organizzazioni, agenzie governative a livello locale, nazionale, regionale e globale. L’analisi e la comprensione delle decisioni intraprese o meno a vario livello durante l’Olocausto suscita interrogativi complessi sul modo in cui individui e gruppi risposero agli eventi dell’Olocausto. Sia che si ponga l’attenzione sulle astuzie politiche delle nazioni o sulle preoccupazioni quotidiane degli individui (comprese, ad esempio, la paura, la pressione sociale, l’avidità e l’indifferenza), risulta chiaro che le dinamiche che sembravano familiari e ordinarie portarono ad esiti fuori dall’ordinario.
  • L’insegnamento e l’apprendimento dell’Olocausto possono preparare gli studenti a interpretare e valutare in modo più critico le manifestazioni culturali e le rappresentazioni di questo evento, minimizzando, in tal modo, il rischio di manipolazione. In molti paesi, l’Olocausto è diventato un tema o un motivo comunemente trattato sia nella cultura popolare che nel discorso politico, spesso attraverso la rappresentazione dei mezzi di comunicazione. L’insegnamento e l’apprendimento dell’Olocausto possono aiutare gli studenti a identificare distorsioni e inesattezze quando l’Olocausto viene usato come strumento retorico al servizio di programmi sociali, politici e morali.
  • Lo studio dell’antisemitismo nel contesto dell’ideologia nazista fa luce sulle manifestazioni e le ramificazioni del pregiudizio, degli stereotipi, della xenofobia e del razzismo. L’antisemitismo persiste anche dopo l’Olocausto e le prove dimostrano che è in aumento. L’insegnamento e l’apprendimento dell’Olocausto creano un contesto per esaminare la storia e l’evoluzione dell’antisemitismo, un fattore essenziale che ha reso possibile l’Olocausto. L’analisi dei diversi mezzi utilizzati per promuovere l’antisemitismo e l’odio, compresa la retorica violenta, la propaganda, la manipolazione dei mezzi di comunicazione e la violenza diretta a un gruppo preciso, può aiutare gli studenti a comprendere i meccanismi utilizzati per dividere le comunità.
  • L’insegnamento e l’apprendimento dell’Olocausto possono inoltre aiutare gli studenti nella commemorazione delle vittime dell’Olocausto, un processo che in molti paesi è diventato parte della pratica culturale. Come parte del proprio curriculum scolastico, gli studenti sono spesso invitati a partecipare a giornate ed eventi commemorativi internazionali e a livello locale. La commemorazione non può sostituire l’apprendimento, ma lo studio dell’Olocausto è essenziale per aiutare gli studenti a sviluppare le conoscenze e la comprensione necessarie per attuare commemorazioni significative nel presente e per continuare questa pratica culturale in futuro. Allo stesso modo, la commemorazione può aiutare i partecipanti a confrontarsi con l’aspetto emotivo che costituisce una parte dello studio della storia “sensibile” o traumatica, dando spazio a riflessioni filosofiche, religiose e politiche, che il curriculum ufficiale potrebbe faticare ad accogliere.